Batte il Folema con una partita esemplare e sfiderà il Cesolo per la conquista della Gold Cup 7 Mc

Green Planet, 11 giugno 2012: Il Green Planet sfodera una grande prestazione contro un Folema rimaneggiato che ha combattuto sino alla fine. Ha prevalso l’esperienza del Green Planet che ha saputo interpretare la partita in modo differente nei vari momenti. Il Folema ha cercato di controllare il gioco, ma nel momento decisivo non ha saputo reagire e tenere testa alla squadra avversaria. Hanno sicuramente pesato le tante assenze tra i rosa.
La partita si incendia subito con Alessandro Porro che servito in area, incrocia di sinistro insaccando il vantaggio al 2’. Il Folema risponde subito con Del Bianco che intercetta una conclusione sporcata di Tartuferi, salta il portiere e deposita in rete (1-1). Il Folema, come suo solito controlla il gioco con un possesso palla “spagnoleggiante”, mentre il Green Planet si chiude nella propria metà campo. E’ evidente come la formazione con più esperienza cerchi di risparmiare le forze per le fasi decisive del match. Ma il Folema ha vita troppo facile, il Green Planet non fa pressing e difende troppo schiacciato nella sua metà campo, così al 14’ Del Bianco finta il tiro, pesca in area Angeletti che non ha nessuna difficoltà a battere con un piatto destro il portiere Sinibaldi. Il Green Planet non si scompone e continua con la tattica al risparmio, ma il possesso palla del Folema è sterile. Al 24’ arriva improvviso il pareggio di Piancatelli che scende sulla destra e scaglia un destro bomba che fulmina il portiere Grappone. Il Green Planet prende coraggio e sfiora il vantaggio con Strappa che ruba una palla a centrocampo, si invola e cerca di battere il portiere con un tocco di esterno, ma la palla scheggia il palo. Il vantaggio arriva nei minuti di recupero del primo tempo con Massimiliano Marini che raccoglie un servizio di Alessandro Porro, anticipa il difensore ed insacca
(o è il difensore a deviare nella propria porta?) il 3-2.
Nella ripresa il Folema reagisce immediatamente con un bel destro da fuori di Carlo Tartuferi che riporta le sorti dell’incontro in parità 
ma il Green Planet si riporta subito avanti grazie a capitanSamuele Marini che prima viene atterrato in area, poi trasforma il rigore del 4-3
al 7’. Il Green Planet prende coraggio, è più pericoloso mentre il Folema non riesce a fare più possesso palla come nel primo tempo, ma riesce comunque a raggiungere il pareggio con una bella conclusione di Del Bianco che Sinibaldi riesce solo a toccare (4-4). La partita entra nelle fasi decisive, il Folema sembra rinvigorito dal pareggio ma in contropiede il Green Planet lo punisce con capitan Marini che, lasciato troppo libero, scaglia un diagonale imparabile
per Grappone (5-4). Il Folema ci prova con un tiro di punta di Tartuferi ma Sinibaldi salva con i piedi mentre al 27’ il Green Planet allunga con un calcio di punizione di Piancatelli
(6-4). Il Folema si getta alla disperata in area e trova la rete del 6-5 con un Angeletti che ribadisce in rete in mischia
ma nel recupero con un contropiede da manuale, Strappa finalizza un’azione di squadra e chiude i conti segnando il definitivo 7-5
. Ed ora, giovedì c’è il Cesolo ad attendere il Green Planet per la conquista della Gold Cup 7 Macerata

 

Intervista con Samuele Marini (Green Planet)

Marco Ghergo
www.sportware.org

Tags