Battono Montelupone e Sammarò, volando al secondo turno dove si affronteranno per approdare in finale con il Cesolo

La Filarmonica (Macerata), 6 giugno 2012
Montelupone-Green Planet 1-4

L’inizio partita è sicuramente a favore del Montelupone, che sin dai primi minuti sfrutta la freschezza atletica per gettarsi all’attacco. Il Green Planet soffre, difficilmente supera la sua metà campo ma tutto sommato non corre grossi pericoli. Con il passare dei minuti il Green Planet prende le misure e il controllo della partita. All’11’ arriva il vantaggio con un calcio di punizione di Baldoni che da posizione angolata riesce a trovare uno spiraglio
per battere il portiere Principi. Il Montelupone reagisce con Mosca che impegna il portiere Sinibaldi con un sinistro da posizione angolata. Al 15’ il Montelupone ha una grande occasione, con Mosca che fa un tiro cross su cui interviene a botta sicura, da due passi Cerquetti ma Sinibaldi è bravissimo a respingere d’istinto. Il Green Planet non sta a guardare e ci prova con A. Porro, lasciato libero dal limite, che scaglia un destro respinto dal portiere. Nella ripresa al 2’ clamoroso errore di P.Porro che serve un cross nella sua area proprio sulla testa di Mosca che ringrazia ed insacca nell’angolino l’1-1. Il Green Planet continua a comandare il gioco ma sembra concedere qualche spazio in contropiede al Montelupone. Entrambe le squadre cercano la vittoria ma il Green va vicino al vantaggio con un gran colpo di testa di A. Porro che colpisce la traversa
. L’equilibrio è spezzato al 12’ da un gran gol di Baldoni che scaglia da posizione angolata un sinistro che fulmina il portiere Principi. La partita si decide qui, con il Montelupone che subisce l’espulsione per doppia ammonizione di Biondi e poco dopo del portiere Principi che atterra fuori area capitan Marini che si stava involando tutto solo verso la porta. Con il doppio uomo di vantaggio il Green Planet segna il 3-1 con un diagonale di A. Porro
e nel finale fissa il risultato finale di 4-1 con Piancatelli che beffa il portiere
che si aspettava un cross al centro.

Intervista con Andrea Petrini (Green Planet)

Folema-Sammarò 7-4

Sin dai primi minuti si nota la grande tecnica ed il possesso passa del Folema, ma la prima occasione è per il Sammarò al 6’ con capitan Bambozzi che, pescato in area, si gira ma la conclusione è debole e viene respinta dal portiere Properzi. Bambozzi si fa vedere ancora con una bella azione di rimessa, ma la conclusione è da dimenticare. Il Folema impegna per la prima volta il portiere Cerolini all’11’ con una punizione di Carlo Tartuferi. Cerolini si supera su una conclusione a botta sicura di Angeletti, ma nulla può sulla fantastica bordata di Antolini che sblocca la partita portando avanti il Folema al 14’. Il Folema prende coraggio mentre il Sammarò non riesce più ad uscire dalla propria metà campo e al 20’ subisce il raddoppio di Marco Tartuferi che servito da Giorgi anticipa il portiere a centro area con un tocco di punta (2-0). Prima della fine del tempo Cerolini salva un passivo più pesante con una bella parata su una punizione di Carlo Tartuferi. Nella ripresa parte subito forte il Folema che piazza un uno-due che chiude praticamente i conti. Prima su un tiro ciccato da Angeletti è capitan Avello a trovare la deviazione vincente poi è Del Bianco, servito da Carlo Tartuferi, a segnare a tu per tu il 4-0. Il Sammarò reagisce eMauriello trafigge Properzi con un gran sinistro
da lontano. Marco Tartuferi nell’azione successiva, scarta anche il portiere e ristabilisce le distanze (5-1) al 15’. Al 17’ Antolini con un destro dal limite fa 6-1. A questo punto il Folema tira un po’ i remi in barca ed il Sammarò ne approfitta prima con un sinistro di Bambozzi, poi con Luciani che riceve un servizio di Rebichini ed insacca a porta vuota il 6-3
. Risistema tutto Marco Tartuferi, devastante in contropiede, che in due tempi, segna il 7-3
. Il risultato finale di 7-4 è fissato nel recupero da una bella conclusione da fuori per il Sammarò di Mandolesi

 

Intervista con Potito Avello (Folema)

 

Marco Ghergo
www.sportware.org

Tags