La “Goodfellas” affonda l’Avis!

PROSEGUE LA SERIE NEGATIVA DEI ROSSI CHE SI ALLONTANANO DALLE ZONE ALTE. CAROTTI E SOCI DETERMINATI PER SMUOVERE LA LORO CLASSIFICA.

Monte San Vito, 7 marzo 2013: Gambelli da quando ha rilasciato l’intervista alla nostra Gazzetta, dove proclamava intenti di alta classifica, non ha vinto più. L’Avis non solo perde punti e partite, ma perde anche il gioco. Incontra per giunta una ormai diretta concorrente in un buon stato di forma come la Goodfellas. Un derby che avrebbe dovuto suscitare reazioni diverse da quelle poi viste in realtà. Un primo tempo che vede soltanto i primissimi minuti protagonista i “donatori” di Chiaravalle. Al 4’ addirittura vanno in rete con Caputo. Dopo che Baldini al 7’ si fa ipnotizzare sottoporta da Bellagamba inizia il declino. La tecnica della Goodfellas e la leggerezza di possesso palla fanno del proseguo del match una kermesse quasi da collaudo per i ragazzi in casacca blu. Il pareggio arriva in contropiede ad opera di Capomagi. Il possesso palla è tutto blu. A momenti è quasi un assedio.  L’Avis non fraseggia e stenta paurosamente a ripartire. Poi quando quasi per fortuna si trova sotto porta non è cinica nè precisa (Stortoni sbaglia clamorosamente al 22’). La ripresa dà la sensazione di una partita veloce, ma in realtà non lo è. Le diagonali fino a li un po’ sofferte dalla Good vengono registrate da un buonissimo Giorgi, e l’attacco parte più alto guadagnando anche con l’innesto di Baldini. Al’8’ i risultati. Carotti porta in vantaggio i suoi. Un minuto dopo il terzo goal di Starna. La difesa rossa imbambolata regala a Ragaglia la palma del migliore dei suoi. Bartozzi cerca da lontano di mettere la ciliegina su una buona prestazione. Starna fa il 4 a 1 con uno strano goal “ai punti” dove ci sono voluti ben tre tiri  consecutivi con il portiere fuori dai pali con nessuno dei difensori ad intervenire. Che la panchina di Mister Gabelli lanci scricchiolii ? In altri livelli e in altre situazioni di carattere professionistico forse  si poteva pensare. Ora per l’Avis di Chiaravalle si deve solo prospettare recuperi e dinamiche di gioco più fluide e semplici, quelle che fino a 5 partite fa l’avevano proiettata tra le più forti del girone. Non deve mancare la tranquillità mista a tenacia, quella per intenderci espressa a meraviglia dalla Goodfellas.

 

Le Foto


 

Intervista con Francesco Bellagamba (Goodfellas)

 

Roberto Marabini

www.sportware.org

avatar

Il caso non esiste… Se esiste é un caso.

La passione c’è solo se la metti tutta!