LA CAPOLISTA DEL GIRONE ITALIA STRAPPAZZA IL CELTIC SUD E CERCA IL DISTACCO DALLE INSEGUITRICI

Chiaravalle, 24 marzo 2012: Sono passati due secondi dal fischio d’inizio e già il Real sbecca il palo di destra. Un segnale? Si , decisamente si! La squadra di Di Nardo non segue il ritmo degli avversari, cerca e vuole la chiusura del match il prima possibile. Passino le assenze tra le fila dei bianco verdi, ma valori tecnici in campo sono abissali. La difesa “celtica” non organizzata da modo a Stecconi e compagni di affondare quando vogliono. Cosi è stato al 3’ e al 6’ proprio del terzo miglior realizzatore di questo girone Stecconi. Al 9’ Lucesoli fa il 3 a 0 per i suoi
. I bianco rossi in scioltezza tengono il possesso palla e “spider man” Spiezia non viene mai chiamato in causa. Al 23’ Paolinelli è libero di fare il brasiliano nell’area dei Celtic e firma il momentaneo poker. L’allenamento continua e si provono soluzioni tattiche in vista di sfide più agguerrite (come sarà la prossima con il Paradiso). Stecconi finisce a destra, ma le cose non deteriorano, anzi… Peloni in contropiede al 16’ va in goal mettendo a sedere il pur ottimo estremo Rugina. Il 6 a 0 arriva nel secondo tempo grazie ad un’iniziativa alquanto producente del solito Stecconi (tripletta per lui e una miriade di assist) che scocca da fuori un tiro che diventa imparabile per le tante persone che occultano la traiettoria. Al 16’ e al 18’ Lucesoli in contropiede il primo, da un tiro libero il secondo, firma anche lui la sua tripletta. La troppa tranquillità regala il goal della bandiera ai Celtic. Un bel traversone dalla sinistra viene sfruttato in scivolata da Allia al 21’. Un minuto dopo ritorna tutto nelle mani dei dorici con Peloni che fa nove. C’è il tempo di fare il secondo goal (su punizione di Toggi) per i Celtic, ma c’è anche il tempo di fare il decimo per il Real con ancora Pelosi. Finisce cosi 10 a 2 per la capolista.

Chi vincerà la Coppa di Lega 5?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

Intervista con Capitan Di Nardo (Real Ancona)

 

Roberto Marabini
www.sportware.org

Tags