Il Papig Team vince e festeggia la vittoria del girone Messico

BATTUTO IL FASTBOX NELLO SCONTRO DECISIVO. GRANDE SECONDO TEMPO E SUCCESSO MERITATO

Macerata, 24 aprile 2018: Vittoria del Papig Team, nel recupero della giornata rimandata per neve, che conquista il girone Messico. Una vittoria meritata soprattutto nel secondo tempo, quando il Papig Team non ha fatto nessun calcolo su un’eventuale pareggio favorevole, ma è andato a prendersi la vittoria con determinazione. Il Fastbox non è riuscito a ribaltare l’inerzia con l’ennesima grande reazione stagionale ed ora dovrà raccogliere le energie per il pre playoff.

L’inizio del Papig Team è folgorante e passa subito in vantaggio con D’Agostino che, riceve un cross di Bertini, di testa anticipa Malatesta in un’uscita avventata. Al 5’ arriva il raddoppio di Ruani, che riceve da una punizione di Bertini e scaglia la palla alle spalle di Malatesta. Il Fastbox reagisce subito con una bella girata di Brizi che scaglia la palla dove il portiere Zamponi non può arrivare (2-1). Per il Fastbox entra finalmente in campo Bajrami ed al 18’ è subito pericoloso su calcio di punizione, con Zamponi che riesce a respingere con la punta del piede. Al 19’ un clamoroso fallo di mano in area di Temperini regala il calcio di rigore a Bajrami che, ringrazia e segna il pareggio (2-2). Ma è il Papig a ritornare subito pericoloso con un paio di calci di punizione di Lattanzi ed una deviazione di Vecchi che attraversa pericolosamente tutto lo specchio della porta. Clamorosa la traversa al 29’ colpita da Cafarella con uno stupendo calcio di punizione a giro, ma l’ultima occasione del tempo è per il Papig con un destro di D’Agostino che Malatesta non ha problemi a respingere.

Nella ripresa il Papig Team parte subito forte con una girata di Di Venere che Malatesta è bravo a salvare. Al 5’ D’Agostino si gira e calcia di sinistro colpendo il palo. Il Fastbox non riesce proprio ad uscire dalla sua metà campo. La scelta iniziale di tenere fuori i migliori attaccanti (Bajrami e Cafarella) forse non permette alla squadra di reagire. I sostituti non riescono a far alzare la squadra per impensierire gli avversari, che con il passare dei minuti sono sempre più padroni del gioco. Una doppia conclusione di Sallent impensierisce il Fastbox. L’entrata di Bajrami, stretto nella morsa dei difensori non preoccupa il Papig Team, che al 20’ trova il gol che praticamente decide il match. Una rimessa laterale di Bertini trova la testa di Di Venere che è bravo a girare in rete il gol stagionale più importante. Il Fastbox si butta avanti, ma in contropiede il Papig Team è pericoloso. Un destro di Brizi ed un tiro di Fanelli suonano la carica, ma al 26’ una deviazione di Mogliani viene salvata sulla linea e sul contropiede successivo, Di Venere serve Vecchi che piazza la zampata del 4-2 definitivo che consegna il girone Messico e la qualificazione diretta ai gironi di playoff al Papig Team.

 

FASTBOX: 1 Malatesta, 3 Fanelli, 4 Napoli, 6 Massanelli, 7 Cafarella, 8 Mogliani, 9 Kasoski, 10 Bajrami, 11 Poloni, 13 Capitani, 17 Chierchia, 18 Brizi, 19 Politi, 21 Tartari

 

PAPIG TEAM: 1 Zamponi, 3 Brambatti, 4 Temperini, 5 Sallent, 6 Ruani, 8 Bertini, 9 Lattanzi, 10 Vecchi, 11 D’Agostino, 12 Pucciarelli, 14 Marchegiani, 15 Colluccini, 16 Feliziani, 17 Di Venere, Sn Picchio

Le Foto

Powered by flickr embed.

Gli Highlights


 

Intervista a Stefano Di Venere e Mattia Vecchi (Papig Team)


 

Marco Ghergo

www.sportware.org

avatar

Società Polisportiva che promuove lo sport e i valori di: Amicizia, Divertimento, Salute, Impegno, Tolleranza e Rispetto.