L’Auchan non regala nulla, la Csm tiene e va in finale!

Osimo Stazione, 11 giugno 2012: Affrontare questa partita per la Csm non era facile soprattutto sul piano psicologico. Sapere di avere due risultati utili a disposizione, attaccare attaccare ma non quagliare. Il primo tempo è volato sulle molteplici azioni proposte dai celesti di mister Cintioli. Con l’unico perno offensivo Natalini, l’Auchan non è stata mai pericolosa nel primo tempo (ad eccezione del grosso regalo che stava per fare Ficosecco su un disimpegno da uisp prima maniera, ma Bonvini ci mette una toppa). Cambia tutto nella ripresa, i ragazzi in casacca blu diventano spregiudicati negli ultimi dieci metri con Zoccolante largo e profondo a liberare spazi per l’entrate di Binci e Borrino (quest’ultimo coglie il palo al 8’). Il Csm soffre e non riesce ad impostare una ripartenza degna. Petromilli (il migliore dei suoi) macina chilometri ma non trova mobilità nei compagni. Prima che la panchina possa rimediare alle lacune, Borrino va in goal sfondando dalla sinistra. Grande scossone, temperamento e carattere dei vincitori della coppa che pareggiano tre minuti più tardi con un tiro da fuori di Magnaterra micro deviato sotto porta dal solito Socionovo
fino a li sempre nascosto tra i reparti. Finalmente la partita si equilibra con infiniti cambi di fronte. Il macth non è cattivo ci sono diversi falli in “corsa” come quello di Binci che viene ammonito. Dalla punizione esce il gran gesto atletico di capitan Munaretto che la devia magnificamente in calcio d’angolo. Barigelli per la Csm è l’unico riferimento in attacco, Cintioli con l’innesto di Cangenua abbassa di molto la sua squadra cercando un’eventuale colpo in contropiede. Si va ai supplementari, al secondo minuto gran colpo in diagonale di Anderlucci che fulmina l’ottimo Bonvini. Il team di Castelfidardo non molla e mantenendo la calma costruisce. Lavorone sulla destra di Socionovo che poi libera centralmente Barigelli che non sbaglia. Come deve essere il calcio…pochi istanti prima Natalini a tu per tu con il portiere si fa chiudere dall’accorrente Pietromilli. Pareggio e qualificazione per la finale. Seguono i festeggiamenti al triplice fischio
. La Csm se gioca alla Csm è la consacrazione di un gruppo storico ed affiatato che in questa stagione è diventato attore principe della gold cup. Comunque vada il 15…complimenti ragazzi!

Intervista con Giuliano Barigelli (Csm)

Intervista con Enrico Munaretto (Auchan Campioni)

Roberto Marabini
www.sportware.org

Tags