I castellani vincono per 7-2 sui rivieraschi
Osimo, 3 dicembre 2011: Per la 9° giornata di campionato di GC 5 girone Spagna è andata in scena al campo 2 del CESPO di Osimo, la gara tra la Publi Or C/5 e la Vigor Porto Numana.
Dopo gli appelli di rito ed il saluto a centrocampo, prende il via la gara tra le compagini in maglia rossa (Publi Or) e maglia gialla (Vigor Porto Numana).
L’inizio è di quelli col botto, infatti al secondo minuto un “puntone” di Doffo porta in vantaggio la Publi Or per l’1-0. Una Vigor tramortita prova la reazione con un tiro angolato di Pandolfi ed a seguire con un tiro poco fuori lo specchio di Castellani; ma è sempre la cinica Publi Or, ben disposta in campo, a riproporre lo schema di gioco che pochi minuti prima aveva affondato la porta difesa da Vaccarini ,con un nuovo tiro di punta, questa volta l’artefice è Catena, ma il tiro non produce gli stessi frutti.
Prova che ti riprova , “la punta vincente” esce da capitan Taffi, sempre della Publi Or, che porta al 2-0 i castellani. Come detto l’impressione “di squadra” l’ha la Publi Or con un buon possesso palla e con una disposizione in campo da team “prof” che le permette di ridurre al minimo le offensive della Vigor Porto Numana perlomeno in questa prima fase di gioco; offensive che iniziano ad essere più efficaci quando Pandolfi inizia a carburare. E’ suo il tiro angolato che sfiora il palo al 9′. Crescono i gialli della Vigor aumentando il pressing sui portatori di palla della Publi Or i quali si vedono costretti a provare da fuori e non più costruendo azioni ficcanti; in uno di questi Catena impegna da centrocampo Vaccarini che pero’ non si fa sorprendere.
Si arriva così al 13′, quando Doffo, in una delle sue incursioni verso la porta vigorina, viene fermato da Pigini in modo falloso. Sullo sviluppo della punizione ci pensa Viola a portare al numero perfetto le reti per i red castellani, 3-0.
La Vigor non ci sta e con capitan Salvucci scalda le mani a Montemari, appena riprese le ostilità. La Publi Or capisce che bisogna rompere il gioco per limitare la rabbia dei rivieraschi e cosi’ chiama il primo time out al quarto d’ora.
Passato il minuto di pausa si ricomincia con una punizione dal limite per la Publi Or, senza nessuna conseguenza per il portiere Vaccarini che rimettendo il pallone in gioco dà inizio all’azione del duo Spampinato Mandolini-Gioacchini, l’assist di quest’ultimo per il 20 canarino, che infila un incolpevole Montemari per la prima volta. La reazione dei castellani non si fa aspettare ed appena battuto il calcio da centrocampo, Viola si trova a tu per tu col portiere vigorino, il quale non si fa superare, neutralizzando le intenzioni del punteros della Publi Or. La Vigor ora si esalta,il divario iniziale si affievolisce e con Pandolfi al 19′ schianta il pallone sull’incrocio dei pali della porta difesa da Montemari. L’adrenalina sale e ci scappa l’errore. Vaccarini su rilancio sbagliato, mette nei piedi di Orlandoni un’occasione d’oro, non sfruttata dal 15 fidardense.
Si arriva al 21′, Pandolfi con un tiro ficcante mette alla prova Montemari che si salva di piede, sulla rimessa successiva è proprio Montemari che trova un liberissimo Magnaterra, il quale al momento del tiro viene “placcato” da Vaccarini. Punizione dal limite e goal di Magnaterra!
La Vigor cerca di rimettere insieme le idee e con Gioacchini ci riesce,sfoderando un tiro dal basso verso l’alto supera le difese di Montemari. La gara si fa bella perchè sul 4-2 la Vigor sembra aver perso i timori reverenziali, spinge, fa girare bene la palla, ci crede insomma; ma non ha fatto bene i conti con la Publi Or che da lezione di cinismo. Al 24′ punizione per i rossi e con Viola siglano il quinto goal!
Si va al riposo lungo.Pandolfi all’inizio del secondo tempo su punizione trova preparato Montemari. Tre minuti dopo, impietoso, Magnaterra mette a terra Vaccarini, lo scarta e sigla il goal numero 6. Altri tre minuti ed è sempre duello Magnaterra-Vaccarini, questa volta il portiere rivierasco gli dice no in due tempi.
Scorre il 33′ e viene chiamato l’ultimo time out. Nei 120 secondi successivi la Publi Or ha l’occasione per affossare la gara, trovandosi in contropiede tre contro uno, ma Viola spreca,di contro, un minuto dopo, viene annullato un goal a Carletta per la Vigor,netto il fischio dell’arbitro per un fallo di mano prima della conclusione.
La gara sembra abbassarsi di tono forse per via della stanchezza,si iniziano a moltiplicare le punizioni in una gara condotta sempre sportivamente dalle due squadre, su una di questa ci prova la Vigor ad accorciare al 38′ ma senza esito. In prossimità degli ultimi dieci minuti di gioco pero’ Orlandoni da un cross da destra tira verso Vaccarini che con un “infortunio” fa rotolare la palla in fondo al sacco per la rete numero 7. Un colpo tremendo per il Porto Numana che sembra rassegnarsi alla sconfitta. 4′ di stallo a tutto vantaggio per la Publi Or che ora amministra la gara. Inizia la roulette dei tiri liberi, il primo spetta a Pigini per la Vigor ,nulla di fatto. Al 46′ anche il Porto Numana arriva al bonus dei 5 falli.
La partita va avanti per inerzia, ci prova cosi’ Pandolfi a rimettere un po’ di brio, vincendo un rimpallo a centrocampo e nell’involarsi verso la porta avversaria colpisce il palo! Altri due tiri liberi per la Publi Or a concludere la gara sempre con Magnaterra che nel primo non conclude a rete e nel secondo viene parato da Vaccarini. Risultato finale 7-2 per i fidardensi, in una gara giocata con molta sportività dalle due squadre nonostante l’agonismo mostrato in partita.
Migliori in campo: per la Vigor Porto Numana, Pandolfi, che con il suo estro ha provato ad impensierire la retroguardia castellana, per la Publi or, il gioco “di squadra” che ha mostrato nel far girare palla e nella disposizione in campo,cosi’ si gioca al calcio a 5!.

 


Alessandro Pangrazi
www.sportware.org

Tags