CONQUISTA I PRIMI TRE PUNTI E SPERA ANCORA NELLA QUALIFICAZIONE. UNA ARISTON THERMO UFFICI RIMANEGGIATA E’ COMUNQUE QUASI QUALIFICATA PER LE SEMIFINALI

 

Montoro, 7 luglio 2015: Dopo tre sconfitte consecutive la Roal si riscatta e batte l’Ariston Thermo Uffici conquistando tre punti che tengono ancora la fiammella della speranza accesa. Per accedere alle semifinali però potrebbe non bastare vincere nell’ultimo turno con l’Ariston Thermo Lab Gas. Per l’Ariston Thermo Uffici una partita sottotono, giocata con i giocatori contati che con il gran caldo ha influito molto.

Parte meglio la Roal, più aggressiva e determinata a fare risultato. L’Ariston Thermo Uffici sembra al contrario troppo remissiva, quasi volesse risparmiare le energie per arrivare in fondo. La Roal va in vantaggio al 3’ con un tiro dal limite di Cippolloni e al 7’ raddoppia con Caruso che è bravo ad inserirsi e battere il portiere Cognigni in uscita. L’Ariston Thermo Uffici riesce a scrollarsi una certa apatia e nel giro di un paio di minuti riesce a riagguantare gli avversari. Prima al 13’ con Lombardini che viene servito al limite dell’area e non ha difficoltà a segnare l’1-2 poi con Camilletti che è bravo ad incrociare un diagonale che fulmina il portiere Secchiaroli. Nella seconda metà del tempo, causa il caldo, i ritmi calano ancora di più e le squadre sembrano accontentarsi di andare al riposo sul 2-2, a parte una volata di Marconi nel finale che è fermato da Cognigni.

Nella ripresa parte bene la Roal ma si imbatte sul portiere Cognigni che neutralizza un paio di occasioni soprattutto di Santambrogio. L’Ariston Thermo Uffici è pericoloso con Camilletti che colpisce anche un palo su un calcio di punizione deviato dalla barriera, ma con il passare dei minuti fioccano maggiormente le occasioni per la formazione di Castelfidardo che passa in vantaggio al 15’ con Cipolloni ancora in versione assist man che serve l’inserimento di Santambrogio che batte Cognini con un destro sotto le gambe. L’Ariston Thermo Uffici si butta in avanti ma viene punito in contropiede da Marconi che non può che depositare a porta vuota l’ennesimo assist di Cipolloni (4-2). La partita si chiude con l’autogol di Fratini che per impedire una facile rete devia nella propria porta (5-2). Nel finale arrivano le doppiette per Caruso e Lombardini ed il risultato finale è fissato da Ammerata che sfrutta un assist di Marconi (7-3).

 

Le Foto


 

Gli Highlights

 

Intervista con Andrea Caruso (Roal)


 

Marco Ghergo

www.sportware.org

Tags