Osimo Stazione, 17 giugno 2011: Il Vpr Impianti conquista la Gold Cup 7 battendo un Csm (4-3) che non riesce a fare la doppietta Coppa di Lega-Gold Cup.
L’inizio è scoppiettante con il Vpr Impianti che passa subito in vantaggio con Ficosecco che batte dal limite dell’area il portiere Zitti sembrato fuori posizione. La reazione del Csm è immediata con un gran sinistro di Caliandro che impegna il portiere. e con capitan Magrini che da due passi si vede salvata la conclusione sulla linea da Borioni. Al 4’ arriva il pareggio con una bomba da fuori di Giuggioloni. I primi dieci minuti sono scoppiettanti, il Csm perde troppe palle sanguinose in difesa, prima Ficosecco spara alto ma all’11’Socionovo non perdona. Ruba palla all’ultimo uomo e fulmina Zitti con un piatto destro nell’angolino (2-1). Al 15’ il Vpr Impianti allunga con Rinaldi che mette un forte cross in area e Ficosecco riesce a trovare la deviazione vincente in scivolata a due passi dal portiere Zitti (3-1). Il Csm prova a reagire con un sinistro da fuori di Menghini ben respinto dal portiere Bonvini, ma ci pensa Caliandro ad entrare in area e battere Bonvini, riaprendo il match (3-2). Il Csm ci prova, ma il Vpr in contropiede è letale. Pianelli trova un gran fendente di destro che si infila nell’angolino dove Zitti non può arrivare (4-2).
Nella ripresa il Csm tenta l’ennesima rimonta stagionale ma il Vpr in contropiede ha l’occasione per chiudere i conti prima con Socionovo, che servito da Pianelli non riesce a centrare la porta con un piatto sinistro poi con Bernacconi che con un destro da fuori area scheggia il palo. Al 6’ ci pensa Menghini con una grande prodezza balistica su calcio di punizione a riportare sotto il Csm (4-3), ma il Vpr non si fa intimorire, continua a creare gioco e non subisce fisicamente l’assalto della squadra fidardense. Il Csm ci riprova su punizione conMagrini (il subentrato portiere Scoponi è bravo ad alzare sopra la traversa) e con Bargelli che servito da Menghini, non riesce a centrare la porta con uno strano tocco sotto. Il Vpr risponde con un contropiede concluso con un esterno destro di Bernacconi che termina di poco a lato sul palo lungo e con un paio di punizioni in fotocopia di Socionovo. Il finale è incandescente con Socionovo che si invola in contropiede, viene abbattuto da Pesaresi che viene espulso. Ma il Vpr non sfrutta la superiorità numerica in quanto poco dopo Socionovo si fa espellere scioccamente per proteste (doppia ammonizione). Nel finale il Csm contesta un presunto atterramento in area, ma la palla del pareggio arriva in uno degli ultimi assalti, da un fallo laterale Menghini a due passi dalla porta non trova la deviazione che porterebbe la finale ai supplementari. Il primo arbitro Mobbili decreta la fine ed il Vpr Impianti può festeggiare. Al termine della gara il presidente della Sportware Lorenzo Manuali ha premiato la finalista Csm ed il Vpr Impianti, vincitrice della Gold Cup 7 stagione 2010/11.
Per la squadra anconetana la stagione non finisce qui, in quanto giovedì 23 presso il bellissimo campo del centro La Fenice di Macerata c’è l’andata dello spareggio contro il Cesolo (vincitrice della Gold Cup Macerata) per il titolo regionale Sportware che dà il diritto a rappresentare le Marche nelle fasi nazionali Csen di calcio a 11 a Cervia dall’8 all’11 settembre.

Parte finale intervista con capitan Matteo Borioni (Vpr Impianti)

 

 

Intervista con Luciano Cintioli (Csm)

 

 

Marco Ghergo
www.sportware.org

Tags