Il bomber giallonero scardina la difesa dell’L.F Impianti Elettrici.

Montoro, 26 novembre 2011: La sfida dell’8° giornata di serie B GC5, girone Germania, tra LF Impianti ed FC Atleticomanontroppo finisce con la bellezza di 20 reti siglate. Il risultato finale arride ai gialloneri dell’atleticomanontroppo che con il loro bomber Focareta hanno sempre avuto il pallino del gioco; ma partiamo dall’inizio. Le formazioni sono cosi’ schierate.
LF Impianti: Brignoccoli,Carbonari,Giachini,Giusepponi,Lanari,Straccio e Vitali.
FC Atleticomanontroppo: Cappelletti,D’Agostino,Di Capua,Focareta,Margarito,Preciutti e Rahmani.
LF Impianti schiera in porta Giachini che già dall’inizio viene impegnato da un tiro di Focareta al primo minuto ed è questo solo il preludio di un pomeriggio “impegnativo” per la retroguardia biancoblu,che già al secondo giro di lancette si vede trafiggere da capitan Margarito che con un tiro angolato dalla sinistra insacca l’1-0 per l’Atleticomanontroppo.Reazione sterile per LF, che anzi lascia sguarnita la difesa, un contropiede appena un minuto dopo la punisce nuovamente con Focareta 2-0.
Certamente i giocatori dell’LF avrebbero voluto iniziare meglio e appena rimesso insieme le idee ci provano con un tiro di rabbia di Carbonari poco sopra la traversa.
Ora LF è finalmente in campo e insiste nella ricerca del pareggio nell’azione successiva, con Vitali, che al limite dell’area ci prova con un tiro teso ma Cappelletti si oppone con bravura salvando in angolo. Il baricentro dell’LF si sbilancia in avanti e Focareta imbastisce l’ennesimo contropiede, il suo tiro pero’ risulta troppo angolato.
Al decimo finalmente va a segno Brignoccoli per i biancoblu e con lui rivedono la luce.
Ma neanche il tempo di festeggiare che un cinico Preciutti dà l’allungo ai gialloneri e per il colpo di grazia, ci pensa Rahmani due minuti dopo, che dal lato sinistro sfodera un tiro ad incrociare sotto il set per il 4-1.
In questa fase di gioco l’Atletico è padrona del campo e concede all’LF solo un timido tiro di Straccio alto sopra la traversa, i gialloneri macinano gioco e trafiggono ancora Giachini al 15′ quando D’Agostino tira sul portiere che di piede respinge proprio su quest’ultimo, al quale non resta che accompagnare la palla in rete.
LF prova a dire “presente” con capitan Lanari, che davanti a Cappelletti si posizione il tiro e segna il 5-2. L’inizio sbarazzino dell’Atletico inizia ad incepparsi, perdendo palla a centrocampo al 19′ ci pensa Brignoccoli ad accorciare il divario, 5-3 palla al centro.
E’ l’ora del primo time out, e con l’occasione l’LF effettua un cambio in porta. Esce Giachini e subentra tra i pali capitan Lanari non al meglio fisico in questa giornata.
La partita si rimette sui binari d’inizio gara con il goal siglato da Focareta per il 6-3 che spezza le gambe ai ragazzi dell’LF. L’Atletico sembra dilagare, ghiotta occasione per loro due minuti dopo . Spetta a Carbonari dire che è troppo presto per sventolare bandiera bianca, suo è il bolide che si infrange nella traversa a pochi secondi dalla fine del primo tempo, ma sul recupero del pallone è Focareta impietosamente a portarsi sul 7-3 mettendo il pallone alle spalle di Lanari. L’arbitro chiama un minuto di recupero, tanto per assistere ad un’occasione di Vitali sventata da Cappelletti onnipresente. Inizia il secondo tempo e si accendono le luci sul campo…mentre quelle dell’LF si spengono definitivamente, visto che nell’arco di 120 secondi subiscono altri due reti rispettivamente da Focareta prima e Preciutti poi. La partita è tutta in discesa per l’Atletico che si rilassa e concede prima un tiro a Vitali, deviato in angolo, e poi un goal a Brignoccoli. Ci pensa allora capitan Margarito smarcato da Rahmani a riportare la tranquillità in casa giallonera siglando il decimo goal per la sua squadra. La gara a questo punto non sembra avere più niente da dire ,ma una LF mai doma riprova a riportarsi sotto, con il “senatore” Straccio (10-5), che ricarica l’entusiasmo dei biancoblu e da adito ad una nuova azione prolungata al 38′ quando Carbonari tira e sfiora il palo. Si chiama il time out per organizzare gli ultimi dieci minuti di gioco.
Alla ripresa è ancora Straccio che prende per mano la squadra e con un passaggio a Brignoccoli, lo libera per un tiro che Cappelletti salva in angolo con un piede. LF spinge ancora sull’accelatore e si porta sempre con Straccio sul 10-6,ed a questo punto l’Atletico inizia a tremare perchè appena due minuti dopo Brignoccoli porta a 7 le reti della rimonta biancoblu.Ma nel momento clou,come nei film gialli, si scopre l’assassino, che porta il nome di Marco Margarito; suo il goal liberatorio dell’11-7 al 46′ minuto di gioco. I biancoblu dell’LF tentano oramai il tutto per tutto spingendosi disperatamente in avanti, creando due occasioni con Brignoccoli e Carbonari ma come già sperimentato ad inizio gara, nell’ennesimo contropiede, Preciutti stampa il pallone sul palo sinistro difeso da Lanari. C’è tempo ancora per un ultimo cambio nella porta della LF,rientra in campo Lanari sostituito tra i pali da Carbonari ed proprio l’ex guardiano della porta biancoblu ad essere protagonista; spetta a lui infatti battere un rigore assegnato dall’arbitro. Fischio dell’arbitro, tiro..parato! Ma alt, Cappelletti si è mosso prima, ammonizione per lui; nuovo tiro…deviato sul palo,la porta è salva! L’arbitro chiama i due minuti finali,pirotecnici, in cui c’è spazio per due occasioni d’oro per i gialloneri con Focareta e Preciutti che si mangiano l’impossibile, ma a farsi perdonare è Focareta che ha ancora tempo per dire “12″ e nelle battute finali spetta a Straccio fissare il risultato sul 12-8 conclusivo.
Migliori in campo: Focareta per l’Atletico e Straccio per l’LF.

 

Alessandro Pangrazi
www.sportware.org

Tags