CONTRO IL REAL MOJITO NIENTE GOLEADA. POSSESSO PALLA E MOLTO SPRECO. FINISCE 3-1

Chiaravalle, 21 gennaio 2012: Trenta punti di differenza e si sono visti tutti nonostante gli sforzi di Giorgi e compagni. Il G.S.A.Castelfidardo non ha lasciato giocare l’avversario, non ha fatto l’errore di sottovalutarlo come magari poteva succedere. Ha tenuto le redini del gioco e come in una sorta di allenamento ha provato soluzioni e ritmo di gioco diversi. Un primo tempo dedito alla costruzione e all’impostazione per la seconda in classifica, un tenere botta e prendere le misure per una delle cenerentole del girone. Dopo che Super Ragni salva su punizione, Pesaresi servito ottimamente dal solito “pendolino” capitan Perucci al 5’ porta in vantaggio i giallo neri. Cangenua al 12’ raddoppia sottoporta. La facilità di arrivare sulla trequarti della G.S.A. è palese, l’uno-tre (Stortoni a sinistra-Cangenua centrale-Perucci a destra e il sempre ottimo Mandolini dietro) non lascia grandi spazi all’avversario. Il Real si fa pericoloso solo ad un paio di minuti dal riposo, dove Capomagi intercetta un errato disimpegno e a tu per tu con Ragni non riesce ad alzare il tiro. Nella ripresa Menghini al 5’ fa partire un tiro dalla destra per il terzo goal del G.S.A.. La partita è monotematica, le leziosità e le sconclusionati tiri di Cangenua e il tanto movimento di Pesaresi (insieme a Mandolini il migliore dei suoi), con il Real Mojto che si affida al proprio portiere Fratini quando si arriva in ritardo nelle chiusure. I nero verdi finalmente premono sulla sinistra con Venere che in corsa traccia un buonissimo diagonale dove Stortoni (subentrato nella ripresa per Ragni) non arriva. È il goal della bandiera per i ragazzi di Camerata, che aspettano il rientro degli infortunati per cambiare le sorti di questa brutta classifica.

Intervista con Mirco Stortoni (Gsa Castelfidardo)

Intervista con Davide Tanzi (Real Mojito)

 

Roberto Marabini
www.sportware.org

Tags