Week end ormai solito quello di settembre con le finali nazionali Csen. Sportware, delegato per il settore calcio Csen Marche oltre alle vincenti della Gold Cup dà la possibilità anche alle vincenti di Coppa di Lega di partecipare a questo lungo weekend per il titolo nazionale dell’Ente. Cosi ben quattro erano le nostre rappresentanti: V.T. Osimo e Gsa Castelfidardo nel calcio a 5 e La Botte Tecor Ancona e Csm Castelfidardo nel calcio a 7.

Un lotto di belle ed esperte formazioni che però si sono presentate con alcune defezioni e con una condizione atletica non eccelsa. Cosi solo i detentori del titolo nazionale della Botte Tecor (impostisi nel 2013) hanno raggiunto un bel risultato sportivo, uscendo in semifinale col forte Creta Rossa Benevento poi vittoriosa della manifestazione. La squadra allestita da Filonzi ed Esposito ed organizzata in campo dal giocatore/allenatore Filippo Gasparrini ha sicuramente sofferto proprio la mancanza del bomber/allenatore nella sfida decisiva: occorreva una Botte perfetta per avere la meglio sui campani, poi laureatosi campioni. La squadra dorica si è confermata un squadra di valore. Discorso diverso per la Csm Castelfidardo, che si è presentata all’appuntamento di Cervia già priva del bomber Menghini (che aspettiamo presto sui campi dopo un brutto incidente) e ha dovuto fare a meno sin da subito per un brutto problema muscolare dell’altro attaccante Balestrieri. Spuntata e con pochi cambi la Csm ha poco potuto nel proprio girone, dopo tra l’altro una prima partita dove un paio di elementi avversari hanno convogliato gli ultimi minuti sulla bagarre, costata si un espulsione agli avversari ma la perdita della tranquillità e della gara nel caos degli ultimi minuti gestiti male dalla coppia arbitrale. Comunque i ragazzi di mister Cintioli hanno dato tutto e si sono tolti la soddisfazione di vincere poi il trofeo di consolazione della Coppa Amatori, riservata alle escluse dei gironi.

Nel calcio a 5 V.T. Osimo si presentava per la prima volta (nel 2009 rinunciò alla partecipazione) dopo la bellissima stagione con la doppietta campionato e coppa. Il debutto contro i detentori e poi riconfermatosi campioni di Varese non è stato un buon viatico ma le successive partite hanno mostrato una formazione scarica mentalmente e fisicamente, lontana parente della formazione impostasi nella Gold Cup 2014. Manifestazione nazionale in cui la condizione e la rosa numerosa fanno la differenza. Meglio le prestazioni della Gsa Castelfidardo a cui proprio il pareggio nel derby contro V.T. Osimo per 4-4 è costato l’accesso al turno successivo. Però Ragni & company, memori della passata partecipazione hanno ben figurato e con qualche cambio in più l’accesso alle fasi finali sarebbe stato sicuramente alla portata, intesi che l’accesso è stato sfiorato ma la condizione e gli effettivi non avrebbero permesso verve e forze necessarie per la vittoria del titolo.

Con tutte le nostre squadre fuori delle finali, soddisfazione per la designazione dei nostri arbitri Giorgio Foggetti per la finale di calcio a 7 e di Stefano Vaccarini per la finale di calcio a 5 dopo la semifinale del calcio a 11 diretta da Paolo Morresi. Attestato del buon livello del nostro gruppo arbitrale.

Comunque sia, molta allegria e voglia di stare insieme, bel weekend sportivo  per tutte le nostre formazioni unite dentro il campo anche sotto la pioggia che ha accompagnato alcune gare, nelle lavatrici, nei pasti insieme, nelle serate, nelle nottate per un’esperienza che va ,indipendentemente dai risultati del campo, nell’album dei ricordi di ogni squadra.

Le Foto


 

Lorenzo Manuali

www.sportware.org

Tags