Batte il Csm al termine di una partita spumeggiante e conquista la Gold Cup 7 Osimo Stazione

Osimo Stazione, 15 giugno 2012: W La Botte, conquista la Gold Cup 7 al termine di una partita ricca di gol (7-5) grazie alle giocate dei suoi uomini più tecnici e rappresentativi. Alla Csm non basta una grande gara offensiva disputata, ad essere decisiva è risultata l´espulsione di Socionovo a 6 minuti dal termine sul punteggio di 5-5.

Al 2´ la Botte è già in vantaggio con Cantani che scaglia un bel sinistro dal limite sugli sviluppi di un calcio d´angolo. Il Csm reagisce prima con Socionovo che si invola, rientra sul destro e tira ma il portiere Induti riesce a deviare con i piedi sopra la traversa, poi al 5´ sugli sviluppi di un calcio d´angolo è Barigelli ad insaccare l´1-1. Il Csm passa subito in vantaggio con un gran tiro di Ficosecco che riceve da un calcio d´angolo, ma la Botte torna in parità con un calcio di rigore conquistato e realizzato da Candelari (2-2) al 15´. La seconda metà di tempo non è all´altezza dei primi 15´, c´è solo un sussulto nel finale con Ficosecco che cerca il gol in fotocopia ma questa volta la conclusione, deviata, incoccia sulla traversa.

Nella ripresa al 3´ la Botte torna in vantaggio con un calcio di punizione di Gasparrini che serve Tenenti al limite dell´area che batte il portiere Zitti con un preciso piatto destro (3-2). Il Csm reagisce immediatamente prima con Socionovo che non riesce a superare a tu per tu il portiere Induti, poi con Caliandro che si inventa un tiro a giro che colpisce il palo interno e si insacca (3-3). La Botte non sfrutta un calcio di punizione dal limite di Bartolini che colpisce la traversa ma ci pensa il Csm a regalare il vantaggio agli anconetani con il portiere Zitti che rinvia clamorosamente addosso a Baleani e la palla rotola nella propria porta (4-3). Il Csm non ci sta e raggiunge il pareggio ancora con Caliandro che scavalca Induti con un bel tocco dal limite (4-4). Entrambe le squadre vogliono la vittoria e la Botte torna avanti con un sinistro al fulmicotone di Gasparrini (5-4). Socionovo nel secondo tempo è molto nervoso, ammonito rischia più volte la seconda ammonizione. Mister Cintioli rischia e lo tiene in campo ugualmente dopo un breve riposo. Barigelli da due passi si fa parare un tiro a botta sicura, ma poco dopo è Socionovo a riagguantare la Botte con un preciso piatto destro in area, premiando la scelta di Cintioli (5-5). Ma dopo qualche minuto arriva l´inevitabile ammonizione di Socionovo e a causa dell´espulsione per La Botte è un gioco da ragazzi ritornare in vantaggio con Gasparrini che si beve due uomini e piazza nell´angolino dove Cantiani ribadisce in rete il vantaggio di 6-5. Grandi le proteste della panchina fidardense, in quanto sembra che la Csm fosse con due uomini in meno a causa dell´arbitro Morresi che non ha fatto eseguire un normale cambio volante per un giocatore della Csm infortunato. Cintioli a fine gara, ha preannunciato ricorso per errore tecnico dell´arbitro che ha pregiudicato il risultato dell´incontro. Nel finale, con la Csm tutta sbilanciata è Candelari a fissare il punteggio finale di 7-5. Con il fischio finale è partita la festa della Botte, che raggiunge il primo risultato prestigioso della sua storia. Lorenzo Manuali ha consegnato la Gold Cup al capitano ed organizzatore della squadra Giancarlo Filonzi, che viene poi portato in trionfo dai compagni di squadra. Ed ora (salvo ricorso Csm), c´è la sfida andata e ritorno con il Cesolo per la conquista alle fasi nazionali di Cervia

 

Intervista con Giancarlo Filonzi (W La Botte)

Marco Ghergo

www.sportware.org

Tags